Pochi passaggi per scoprire l’abbigliamento ideale per te

Oggi ho deciso di svelarvi alcuni segreti per valorizzare al massimo il proprio fisico e sembrare così ancor più bella. Se individui la forma del tuo corpo e indossi capi che ne risaltino i punti di forza minimizzando, allo stesso tempo, quei punti che non ti valorizzano, potrai ottenere un risultato sorprendente! Seguendo questi pratichi passaggi, sarai sicura di avere sempre il look giusto, in ogni circostanza!

Innanzitutto occorre capire la forma del nostro corpo. Armiamoci di specchio e un comune metro da sarto e siamo pronti ad iniziare. I passaggi sono 2:

– Verifica la proporzione tra spalle e bacino: misura la distanza tra una spalla e l’altra e confronta poi questa misura con la larghezza del tuo bacino.

– Posizionati davanti ad uno specchio, e guarda in quali punti del tuo corpo tendi ad accumulare i chiletti di troppo.

Andiamo ora vedere quali possono essere le possibili forme del tuo corpo. In Italia, le più comuni sono 5 e per ognuna di queste ho deciso di fare una breve una descrizione per aiutarti a capire fin da subito quali capi ti valorizzano e quali devi assolutamente evitare! Pronta? Partiamo!

– Forma a banana o a rettangolo: forse il fisico più ambito, il cosiddetto “fisico da modella”. Poche forme, corpo longilineo, privo di squilibri. Le donne a rettangolo non hanno un punto vita marcato e i chili di troppo non si accumulano in un punto in particolare, lasciando la figura rettilinea. Dunque cosa mettere? Il mio consiglio è quello di indossare capi in grado di interrompere la linea dritta della silhouette e capaci di creare curve nuove nei punti giusti. Dunque puoi puntare su abiti morbidi, gonne ampie, tagli a peplo.

– Forma a pera o a triangolo: la caratteristica principale di questo tipo di fisico è la sproporzione che si nota a colpo d’occhio tra le spalle e il torace, più piccoli, e i fianchi molto più pronunciati. Inoltre, chi ha questa conformazione fisica ha una tendenza ad accumulare i chili in eccesso nella zona bassa del corpo, quindi glutei e cosce. Come vestirsi? In questo caso dovrai utilizzare capi che risaltino il punto vita, dando priorità a gonne a ruote, abiti che si stringono in vita e pantaloni a vita alta. Da evitare assolutamente abiti a palloncino, tubini e ogni tipo di calza!

– Forma a mela o a cerchio: questo fisico è quello un po’ più “sfortunato” perché con solo qualche Kg di troppo sembrerà un fisico cicciottello. Attenzione però, avere un fisico a mela non significa essere una donna in carne. Le donne con questa conformazione hanno un seno prosperoso e un punto vita non marcato. Il loro punto punto di forza sono le gambe, normalmente snelle e slanciate. In questo caso che fare? Abiti corti sono consigliatissimi (lunghezza non superiore al ginocchio) per dare risalto alle gambe. Da evitare assolutamente gonne troppo lunghe, sennò potresti risultare più bassa!

– Forma a clessidra: questa è forse la più femminile. Una donna dal corpo a clessidra ha curve pronunciate, spalle e fianchi alla stessa larghezza, mentre la vita è piuttosto stretta. Sono loro le donne dalla famosa formula 90-60-90! Questo fisico tende, però, ad ingrassare facilmente, anche se in maniera uniforme. Cosa mettere? Ottimi tutti i capi che si stringono in vita. Punta su forme che avvolgono il corpo, ma non attillate. Da evitare, invece, modelli voluminosi che nascondono la tua silhouette.

– Forma a triangolo invertito: se hai un fisico a triangolo invertito avrai spalle larghe, seno prosperoso, parte inferiore del corpo più fine di quella superiore e gambe sottili. È una conformazione fisica che appartiene soprattutto agli sportivi. Dunque cosa devi fare? In questo caso devi puntare su tutto cio’ che attira l’attenzione sulla parte bassa del corpo: abiti corti o con lo spacco. Da evitare assolutamente invece sono top o vestiti senza maniche e abiti a tunica.

Ecco a voi le 5 famose forme che una donna può avere e tutti i consigli ad hoc per apparire sempre al massimo! Un’ultimo consiglio per voi: mai concentrarsi troppo sui propri difetti, ma cercare di trasformarli in punti di forza. Come? La Kick-Boxing è una delle tante risposte.